Castello Longobardo di Montella

castello montella

L’abitato di Montella è sovrastato dai resti del Castello longobardo costruito con molta probabilità intorno alla fine del nono secolo. Esso è citato per la prima volta in un documento longobardo di Arechi II dell’anno 762.

Il Castello medioevale, alla testata dell’alta valle del Calore da cui si ammira un bel panorama, era una struttura difensiva di dimensioni notevoli. Ne restano le mura, la torre-mastio cilindrica e una torre semicircolare. Nel XV secolo il Castello venne trasformato dai reggenti angioini in una residenza di piacere. Nel corso dei secoli, vi dimorarono vari personaggi illustri tra i quali, il Principe di Taranto Filippo II d’Angiò e il re Alfonso d’Aragona. Nel 1527 il Castello venne assediato dalle truppe del generale francese Lautrech causando gravissimi danni che ne provocarono il definitivo abbandono. All’interno della cinta muraria gli scavi archeologici, diretti dal prof. Rotili, hanno rinvenuto anche una necropoli i cui arredi funerari sono conservati nel Museo Irpino di Avellino.

Oggi, il Castello del Monte è per metà restaurato e si può visitare la Torre e gli scavi. Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *