Chi Siamo

[ Assai digiuna chi mal mangia ]

 

[ Si può amar la salsa verde, senza mangiar le biade in erba ]

 

[ Donne, ricette e mode, chi le capisce gode ]

Aperta a quanti vogliono avvicinarsi alle diverse caratteristiche, curiosità e novità del “mondo” enogastronomico, l’associazione “Irpinia e Sapori” nasce da chi coltiva da sempre la passione per la cucina e per il territorio con un occhio particolarmente attento alle antiche tradizioni ed ai vecchi e nuovi sapori, convinti che l’Irpinia sia “uno scrigno di saperi e di sapori” tra i più straordinari che può e deve ritornare ad essere fattore d’identità territoriale e per ciò stesso il principale attrattore di un turismo intelligente, colto e rispettoso dell’ambiente.

L’associazione coinvolge professionisti del settore e semplici appassionati che hanno come scopo comune la diffusione della cultura del mangiare e del bere con coscienza e consapevolezza, attraverso la realizzazione di corsi, degustazioni, laboratori ed approfondimenti attestando più che mai che “l’uomo è ciò che mangia e c’è un legame indissolubile tra l’uomo, la terra e i suoi prodotti.”

Mission

L’associazione Irpina & Sapori si prefigge lo scopo di attivare azioni positive circa la promozione del territorio attraverso la scoperta delle innumerevoli aziende e tipicità che lo contraddistinguono e far conoscere lo sviluppo dell’aggregazione ed il confronto fra le persone coinvolte nelle attività associative.

L’associazione punta inoltre a valorizzare e promuovere l’eno-gastronomia del nostro territorio con particolare attenzione ai prodotti autoctoni che si contano in Irpinia che vanta un’antica tradizione in merito alla produzione di prodotti tipici, i quali vengono generalmente prodotti a livello artigianale, da aziende di piccola dimensione, a conduzione familiare o tra amici. tanto da far parlare di artigianato agroalimentare.

I prodotti

Tra i prodotti tipici irpini, i vini meritano un posto di rilievo: dal Fiano di Avellino, il Greco di Tufo, l’ Aglianico, il  Taurasi ai meno famosi ma che si stanno facendo strada, come ad esempio, la Coda di volpe.

Le nocciole irpine insieme alle castagne (famose quelle di Montella) utilizzate da aziende multinazionali per la produzione di cioccolate, creme da spalmare, merendine, marmellate ecc).

Apprezzati sono i funghi e il tartufo nero, soprattutto quelli di Bagnoli Irpino.

Il torrone (detto “cupeto” in dialetto irpino), viene prodotto soprattutto a Dentecane (frazione di Pietradefusi) ed Ospedaletto d’Alpinolo con l’utilizzo di prodotti locali tra i quali le nocciole ed il miele.

La produzione olearia è un altro tipico esempio di produzione diffusa sul territorio irpino, ma effettuata da aziende di piccola dimensione.

Fiore all’occhiello è la produzione lattiero-casearia dove la trasformazione  artigianale del latte è diffusa su tutto il territorio irpino e in particolar modo è tipica dell’area del Terminio e del Partenio.

Infine, tra i tanti prodotti della tradizione irpina, ricordiamo la produzione di pasta e quella dei dolciumi e in ultimo ma non per importanza la produzione dei salumi o insaccati che sono tra i più prelibati prodotti tipici irpini.

La realizzazione del progetto

La costruzione di una rete di rapporti sociali fondata sul “convivio dialogato”;

L’organizzazione di manifestazioni, degustazioni, serate a tema dei prodotti tipici;

L’organizzazione di incontri in cui i soci possano esprimere la loro arte “ai fornelli”, magari accompagnandosi con immagini, musica, poesia …;

L’avvio di iniziative congiunte con altre associazioni o presìdi, imprenditori, coltivatori ed allevatori, ristoratori  Irpini il cui obiettivo principale sia quello di congiungere la cultura del cibo con le radici che l’hanno generata;

La promozione di corsi di cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *