Le Montagne

monti-picentini

L’Irpinia è percorsa in gran parte dall’Appennino meridionale. Due sono le catene montuose principali, quella del Partenio e quella del Terminio, potendosi considerare loro diramazioni le altre formazioni montuose secondarie. Fra queste giogaie e le loro diramazioni sono compresi i bacini del Calore, dell’Ofanto e del Sele.

L’Appennino divide l’Irpinia in due versanti: il versante di sud-ovest e quello di nord-est, il primo porta le sue acque nel Tirreno, il secondo nell’Adriatico.

I monti più elevati sono:

il Cervialto, 1809 metri s.l.m., a ovest di Calabritto;

il Terminio, 1786 metri s.l.m., a sud-est di Serino;

il Collolongo, 1675 metri s.l.m., a sudest di Serino;

il Raiamagra, 1672 metri s.l.m., a sud di Bagnoli;

la Celica, 1657 metri s.l.m., a sud di Montella;

l’Avella, 1591 metri s.l.m., a ovest di S. Angelo a Scala;

il Calvello, 1580 metri s.l.m., a ovest di Caposele;

il Baschetiello, 1575 metri s.l.m., a nord-ovest di Senerchia;

il Monte Croce, 1531 metri s.l.m., a sud ovest di Senerchia;

il Vallatrone, 1511 metri s.l.m., a nord ovest di Summonte;

il Cieco Alto, 1495 metri s.l.m., a nordest di Avella;

il Montagnone di Nusco, 1492 metri s.l.m., a nord est di Bagnoli;

Montevergine, 1480 metri s.l.m., a sudovest di Ospedaletto;

l’Antillo, 1450 metri s.l.m., a sud ovest di Calabritto;

il Carcata, 1443 metri s.l.m., a sudovest di Volturara;

il Sassosano, 1441 metri s.l.m., a sud ovest di Montella;

il Felascosa, 1385 metri s.l.m., a sud ovest di Montella;

il Cercetano, 1370 metri s.l.m., a sud ovest di Montella;

il Garofano, 1357 metri s.l.m., a sudest di Solofra;

il Savoceta, 1339 metri s.l.m., a sud ovest di Montella;

il Faito o Punta di S. Michele, 1303 metri s.l.m., a sud ovest di Solofra;

il Costa, 1264 metri s.l.m., a sudest di Volturara;

i Monti di Avella, 1250 metri s.l.m., a nord di Avella;

il Serrapullo, 1213 metri s.l.m., a ovest di Cassano;

il Vernacolo, 1193 metri s.l.m., a sudest di Serino;

il M. Melandrini, 1183 metri s.l.m., a ovest di Montemarano;

il Faito, 1095 metri s.l.m., a ovest di Monteforte;

il Sovero, 1073 metri s.l.m., a sud di Montella;

il Faitaldo, 1072 metri s.l.m., a sudovest di Forino;

il Terranona, 1067 metri s.l.m., a sud di Quindici;

il Laceno, 1045 metri s.l.m., a sud di Bagnoli;

il M. del Mare, 1010 metri s.l.m., a est di Carife;

il Calvario, 973 metri s.l.m., a sud di Bisaccia;

l’Origlia, 952 metri s.l.m., a est di Bisaccia;

i Monti di Faliesi, 941 metri s.l.m., tra Avellino e Contrada;

il Molaia, 935 metri s.l.m., a sudest di Zungoli;

l’Iresta, 924 metri s.l.m., a nordest di Taurano,

il M. Castello, 921 metri s.l.m., a nordest di Greci;

il Matina, 920 metri s.l.m., a sud ovest di Aquilonia;

il Guardiola, 920 metri s.l.m., a sud di Chiusano;

il Ruvitiello, 912 metri s.l.m., a nord di Greci;

il Forcoso, 910 metri s.l.m., a nord di Rocca S. Felice;

il Cornice, 907 metri s.l.m., a sudest di S. Martino;

il Palombo, 862 metri s.l.m., a sud di Bisaccia;

il Pergola, 848 metri s.l.m., a nord di Solofra;

il S. Marco, 845 metri s.l.m., a sudest di Orsara;

il Crognale, 822 metri s.l.m., a sudest di Savignano;

il Ferrara, 808 metri s.l.m., a sudest di Savignano;

le Montagne del Formicoso, 800 metri s.l.m., a ovest di Bisaccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *